Agenti di Commercio Roma - F.N.A.A.R.C. al servizio degli Agenti

Fnaarc Roma > Sito internet personale: agli Agenti di Commercio conviene aprirlo?
Redazione FNAARC Roma - Roma, 26 Maggio 2017
Redazione FNAARC Roma

Sito internet personale: agli Agenti di Commercio conviene aprirlo?

Mettiamo sulla bilancia pro e contro di avere e gestire uno spazio web.

L’evoluzione tecnologica degli ultimi 20 anni, ha portato con se tante novità che hanno costretto le aziende, e i professionisti di qualsiasi settore, ad adeguarsi al contesto attuale. I benefici che ne hanno tratto sono veramente importanti, ed è necessario adeguarsi per evitare di perdere tutte le opportunità che la rete ha da offrire, specie per gli agenti di commercio.

Un agente di commercio è essenzialmente un imprenditore, il cui obiettivo è generare fatturato per se e per la ditta mandante. Quindi potrebbe essere molto utile possedere un sito internet personale che potrebbe usare come un vero e proprio Curriculum Vitae. Un sito che potrebbe strutturare sulla base dell’esperienza pregressa, della specializzazione, e sulla competenza territoriale.

Non vi illustreremo come creare il vostro sito internet, perché questo dipende da voi o da chi ve lo crea. Ma desideriamo illustrarvi perché conviene aprirlo.

Per l’agente di commercio, avere una solida presenza in rete e sui social network è fondamentale, perché:

  • Consente alle ditte mandanti di trovare facilmente il proprio profilo;
  • Consente di generare contatti in modo più semplice e veloce;
  • Crea una reputazione, che può basarsi sull’esperienza (nel caso si tratti di un agente con una pregressa esperienza lavorativa alle spalle), o sulla propria declinazione territoriale e merceologica.

Come scritto sopra, un agente di commercio è essenzialmente un imprenditore di se stesso. Il sito deve quindi essere un biglietto da visita dell’agente, all’interno del quale deve mettere in evidenza la sua esperienza lavorativa, e  far trasparire qualcosa della sua persona. Deve attivare tutte quelle logiche di personal branding che gli permettono di creare il brand di se stesso, che può far capire quale sia la propria specializzazione merceologica, del prodotto piuttosto che la competenza territoriale e del mercato.

Se, inoltre, desiderate scrivere, potete creare dei blog. Considerando che l’impronta che vogliamo dare al sito web è quella di un professionista, è consigliabile scrivere pezzi che parlino del vostro lavoro, delle categorie merceologiche che vendete, o sulla vostra competenza territoriale. Se poi gli articoli sono ben strutturati, e seguono le logiche del SEO, vi permetteranno di scalare la posizione dei motori di ricerca (come Google, Bing e Yahoo), e coprire le prime posizioni dei risultati. I blog, inoltre, possono essere anche uno spunto per i giovani che si vogliano avvicinare alla vostra professione, perché permetteranno a loro di capire qualcosa di più sulla vostra professione.

Avere un sito internet, oppure un semplice blog, se ben gestito, può aprire a parecchie porte, ma soprattutto permette di mettere in luce il vostro profilo professionale, di più rispetto ad altri professionisti che, al contrario, rinunciano a sbarcare in rete.