Agenti di Commercio Roma - F.N.A.A.R.C. al servizio degli Agenti

Fnaarc Roma > Comunicazione del Presidente Carlson
Redazione FNAARC Roma - Roma, 30 Gennaio 2018
Redazione FNAARC Roma

Sarà tre volte Natale e Festa tutto il giorno…

Erano le parole di una famosa canzone del 1979 scritte ed interpretate dal grande e compianto Lucio Dalla.

Perché questo titolo musicale? Perché riecheggia le tante parole di questa campagna elettorale in pieno svolgimento.

Sentiamo continue e un po’ fantasmagoriche promesse: enfatizzazioni, abbassamento delle tasse, pensioni per tutti, sussidi, incentivi, aiuti e spese statali, riprese industriali e commerciali, lavoro assicurato… etc… etc…

Ho il timore che questi impegni non potranno essere mantenuti se non in minima parte, creando per di più seri problemi di finanza pubblica.

Stiamo ancora attraversando la più grande crisi nel mondo del lavoro dal dopoguerra ad oggi, siamo il Paese più indebitato dell’Eurozona, fragile, con gravi squilibri sociali e modesti tassi di crescita.

Le leggi pensionistiche, seppur migliorabili, non potranno essere toccate perché il disastro è stato perpetrato nel passato. Stiamo spendendo il doppio della media UE sulle pensioni, e non ci sono margini per ridurre il problema.

Tralasciando gli aumenti di inizio anno, sembra che la spinta positiva degli ultimi mesi stia per esaurirsi; lo dice l’Ufficio Studi di Confcommercio che nota dei segnali di rallentamento dei consumi e della produzione industriale.

Sono due anni che rinviamo i termini del Fiscal Compact e si profila la tragedia dell’aumento IVA al 25%. Il petrolio ha ripreso la sua corsa ed è prevedibile il rialzo dei tassi quando la BCE cesserà il Quantitative Easing, cioè l’acquisto dei Titoli di Stato.

Alla luce di tutte queste brutte considerazioni, che servono però a delineare onestamente la situazione, che fare?

Noi Agenti di Commercio siamo sempre abituati ad affrontare i problemi di varia natura, a testa bassa e con determinazione.

Ed è per questo che è bene ricordare che la famosa armata dei 250.000 Agenti e Consulenti Finanziari, che operano spaziando in tutte le Merceologie e Servizi, creano, inventano, e producono una grossa fetta del PIL Nazionale.

Non abbiamo tempo di abbatterci, stringiamo i denti ed andiamo avanti. E’ il nostro destino!

Ma c’è una cosa che fa profondamente indignare: l’assoluta indifferenza della Classe Politica nei nostri confronti!

Purtroppo siamo una massa di individualisti, pronti alla feroce, facile e a volte gratuita critica, estemporanea, non suffragata da azioni corali determinanti.

Le Associazioni di Categoria più rappresentative, FNAARC in testa, compiono grandi sforzi, profondendo impegno e dedizione alla soluzione dei tanti problemi.

E’ di pochi giorni fa l’ennesima sentenza della Cassazione che dà ragione agli Agenti di Commercio, esprimendosi sul concetto di autonoma organizzazione.

Mi ricordo, riguardando le carte, che tanti anni fa andammo con il Presidente Corsi alla Camera per un incontro con il Sottosegretario delle Finanze, per presentare in un dossier le nostre sacrosante richieste di abolizione Irap e di adeguamento della detrazione per l’acquisto dell’automobile. Ci fu risposto che, malgrado il problema fosse riconosciuto non si poteva fare nulla per il finanziamento delle spese militari all’estero!

Ora, alla luce di un nuovo intervento FNAARC presso la VI Commissione Finanze della Camera dei Deputati, viene dichiarata l’inammissibilità per carenza di copertura finanziaria!

Un po’ ce lo meritiamo per l’assoluto disinteresse della Categoria.

Ricordate, anni fa, come uno sparuto manipolo di Controllori di volo fermò ripetutamente la Nazione? Erano coesi e determinati pur avendo una potente arma di ricatto.

Concludo con la banale, scontata ma appropriata frase: “l’Unione fa la forza”.

Ricordo che FNAARC ROMA ASSOCIAZIONE AGENTI è sempre al servizio dei Colleghi per suggerimenti ed attente Consulenze; il rinnovo della quota associativa è determinante per la prosecuzione di tali Supporti alla Categoria.

Un cordiale saluto a tutti e Auguri per una prossima ripresa!

Il Presidente
Thor Evans Carlson